Agricoltura

Riproduci video

Gli aeromobili a pilotaggio remoto, più comunemente droni,  sono oggi una realtà innovativa per aziende agricole e coltivatori. Il motivo principale è che rappresentano un modo veloce ed efficiente per esplorare i loro raccolti, identificare lo stato delle piante, creare piani di trattamento e irrigazione, monitorare la crescita delle piante e molto altro ancora.

Grazie a telecamere ad alta risoluzione e sensori multispettrali professionali, i droni sono in grado di rilevare e quantificare i problemi di salute delle colture.

Le attività più comuni che i velivoli sono in grado di portare a termine, sono le seguenti:

  • monitoraggio della salute delle piante
  • controllo dei parassiti
  • analisi del terreno
  • rilevamento aereo

Uno degli esempi più rilevanti per illustrare il successo dei droni in agricoltura, è sicuramente il monitoraggio della salute delle coltivazioni. Migliore sarà la salute di una pianta, maggiore sarà il suo rendimento.

La produzione agricola è strettamente legata alla salute delle piante. Queste sono esposte ad insetti e altri agenti patogeni che possono danneggiarle. Anche i livelli inadeguati di carbonio e nitrati nel suolo, così come la mancanza di livelli d’irrigazione sufficienti e, infine, una radiazione solare non ottimapuò far sì che un campo non produca come drovebbe.

Tradizionalmente, gli agricoltori monitoravano tutte queste condizioni attraverso osservazioni visive e analisi del suolo.Tuttavia, tali metodi tradizionali possono risultare inefficienti per operazioni agricole su larga scala.

L’analisi del suolo può richiedere ancora più tempo delle ispezioni visive. Professionisti del settore devono prendere dei campioni, che spesso vengono analizzati in laboratorio. Inevitabilmente, il tempo richiesto da questo processo crea un ritardo nei dati. Quindi, non ci sono informazioni in tempo reale disponibili per l’agricoltore.

I droni, invece, sono in grado di eseguire tutti i compiti di cui sopra in tempo reale, utilizzando una combinazione di telecamere RBG, termiche e multispettrali. Con l’attrezzatura adeguata, un pilota di droni può sorvolare un campo e presentare all’agricoltore un rapporto completo che copre tutto, dal conteggio delle piante alle condizioni di salute.

Il ruolo dei droni in agricoltura

Secondo alcune stime, la popolazione mondiale arriverà a toccare quota 10 miliardi entro l’anno 2050 (fonte: Focus).

Sfortunatamente, la distribuzione del cibo non è uniforme in tutto il mondo anche se tecnicamente c’è abbastanza cibo per nutrire tutti. Tuttavia, non sarà così quando altri due miliardi di persone avranno bisogno di sostentamento.

Secondo alcune stime, la produzione globale di cibo dovrà aumentare del 60-100% (fonte: Fao). Con le tecniche di produzione attuali sarà difficile arrivare ad un aumento di tale importanza, soprattutto se non ci sarà un miglioramento delle produzioni agricole.

L’alternativa più immediata sarebbe quella del disboscamento di chissà quanti ettari di terra. Tuttavia, disboscare altri terreni non è una soluzione praticabile e, soprattuto, alimenterebbe i danni (già imponenti) causati dal cambiamento climatico.

I droni possono essere i nostri migliori alleati in questa battaglia. Come? Grazie all’agricoltura di precisione.

L’agricoltura di precisione utilizza la tecnologia per misurare e studiare accuratamente la produzione delle colture. I dati ottenuti da queste osservazioni permettono una migliore gestione delle colture e delle aziende agricole.

Il risultato è un semplice aumento della produzione agricola, senza che si disboschino altre foreste.

Droni per Agricoltura